Supera un ictus ma al risveglio parla con un accento straniero

0
348

Viene colpito da un ictus, così come purtroppo accade a circa 200.000 persone all’anno in Italia. Si risveglia dopo la lesione, superando in modo brillante la degenza clinica. Non ha deficit cognitivi di sorta. Sembrerebbe tutto a posto, ma il caso di un 50enne italiano, colpito tre anni fa da ictus e studiato dal team guidato da Konstantinos Priftis del dipartimento di Psicologia generale dell’Università di Padova ha qualcosa di molto particolare: il paziente, una volta sveglio, parla con un accento straniero, per la precisione con una cadenza slava.

L’articolo completo su www.ilbolive.unipd.it