Api e calabroni, ecco come difendersi

0
159

Come le allergie non vanno in vacanza, così la convivenza con gli insetti è una certezza della stagione estiva. L’aumento del tempo libero a disposizione, unito al desiderio di evasione, spinge molte persone a trascorrere più tempo all’aria aperta. In spiaggia come in montagna, nel parco del quartiere come dentro casa, la presenza di mosche e zanzare è ubiquitaria ma, nella maggioranza dei casi, priva di conseguenze per la salute degli italiani. Al contrario, l’incontro con api, vespe e calabroni – i cosiddetti imenotteri – desta qualche timore in più di un fastidioso ponfo. La loro puntura non è solo dolorosa ma può provocare nei soggetti allergici reazioni di varia gravità fino al cosiddetto shock anafilattico.

L’articolo completo su www.repubblica.it