Il Trentino rimane in zona gialla. Pronti 110 posti di terapia intensiva in caso di bisogno

0
169

La buona notizia è che il Trentino rimane nella zona gialla, anche se ieri in consiglio provinciale il governatore è stato comunque estremamente prudente: «Il sistema Trentino finora ha tenuto, ma tutto potrebbe cambiare in pochissimo tempo» – ha spiegato Fugatti ai consiglieri. Nella conferenza stampa poi ha sottolineato che «Il controllo dei contagi non è del tutto garantito». Ieri il governo Conte ha inserito nella zona arancione le regioni Abruzzo, Basilicata, Toscana, Liguria e Umbria.

L’articolo completo su www.lavocedeltrentino.it