Ritardare la seconda dose del vaccino è un rischio

0
263

In questi ultime settimane alcune varianti di Sars-CoV-2, individuate grazie alle analisi dei genomi virali in Paesi come il Regno Unito, il Sud Africa e il Brasile, hanno contribuito a una preoccupante risalita della curva dei contagi. Queste varianti sono caratterizzate da alcune mutazioni (la N510Y in particolare) della proteina Spike che ne aumentano la trasmissibilità, anche del 50%. In particolare le varianti sudafricana e brasiliana (che condividono la mutazione E484K) sembrano addirittura capaci di rendere il virus meno identificabile dagli anticorpi del nostro sistema immunitario: il termine inglese per indicare questo fenomeno è immune evasion.

L’articolo completo su ilbolive.unipd.it