I benefici di pasti variopinti

0
405

Christopher Boone – protagonista del romanzo di Mark Haddon “Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” – dopo aver fatto un elenco di quelli che sono i suoi “problemi comportamentali”, a un certo punto scrive: “Detesto tutto ciò che è giallo o marrone e mi rifiuto di toccare cose gialle o marroni”. Questa sua affermazione ricompare nel romanzo molte pagine dopo come giustificazione di quei cibi che non gli vanno a genio per questo suo personalissimo motivo: non ama la crema pasticcera perché è gialla e neppure le banane perché, come dice, come se non bastasse che siano gialle, se ce le dimentichiamo diventano anche marroni. Anche tutti i cibi marroni – il sugo d’arrosto, ma soprattutto la cioccolata! – li scansa come la peste perché gli ricordano la popò.

L’articolo completo su www.almanacco.cnr.it