Perché la terza dose potrebbe essere un mix di vaccini

0
253

Il richiamo anti-Covid potrebbe essere un mix di più vaccini. Forse già in autunno, quando la terza dose dovrebbe essere somministrata nei Paesi dove la campagna vaccinale è entrata nel pieno all’inizio dell’anno e che, nel caso del siero di Pfizer, potrebbe comprendere la co-iniezione di un’unica dose contro il coronavirus e di un nuovo anti-pneumococcico, per cui la sperimentazione di fase 3 è partita questa settimana. Anche la società di biotecnologie Moderna pensa a un unico vaccino che proteggerà da Covid-19 e dall’influenza stagionale, in attesa dei risultati dello studio sulla dose anti-varianti che, tra le opzioni attualmente in sperimentazione, include un mix basato sulla versione corrente del vaccino e sulla variante sudafricana (B.1.351).

L’articolo completo su scienze.fanpage.it