Bassi livelli di Omega-3 associati al rischio di morte prematura come il vizio del fumo

0
115

Il vizio del fumo è considerato uno dei fattori di rischio più significativi per la morte prematura, come evidenziato da molteplici studi. Non a caso esso è associato alle malattie cardiovascolari e al cancro, che rappresentano le principali cause di morte a livello globale e in particolar modo nei Paesi ricchi. Ora una nuova ricerca ha dimostrato che basse concentrazioni di Omega-3 nei globuli rossi sono predittive di mortalità prematura esattamente quanto la dipendenza da tabacco/nicotina. In altri termini, chi ha scarsi livelli di questi preziosi acidi grassi presenta lo stesso rischio di un fumatore.

L’articolo completo su scienze.fanpage.it