Nel respiro biomarcatori per apnea ostruttiva del sonno

0
99

I biomarcatori respiratori potrebbero essere usati per aiutare a individuare i pazienti con apnea ostruttiva del sonno (OSA) e a determinare la gravità dell’apnea in pazienti con la malattia. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato da Sleep Medicine.

Un gruppo di ricercatori – guidati da Malcom Kohler, direttore del dipartimento di pneumologia presso l’Ospedale Universitario di Zurigo – ha testato una serie di biomarcatori respiratori in una coorte di 149 pazienti con possibile apnea ostruttiva del sonno. Tali biomarcatori sono stati individuati dai ricercatori in un precedente studio che ha indagato un’ampia varietà di molecole nell’espirato usando la spettrometria di massa ad alta risoluzione con ionizzazione elettrospray secondaria.

L’articolo completo su www.popsci.it