La proteina Spike del coronavirus può modificare le cellule del cuore

0
148

La proteina Spike del coronavirus può modificare alcune cellule che rivestono i capillari sanguigni del cuore, chiamate periciti cardiaci. Lo ha scoperto un team di ricerca guidato dagli studiosi dell’Università di Bristol, nel Regno Unito, che per la prima volta ha osservato come, in seguito al legame con la proteina Spike, queste cellule cardiache subiscano una variazione funzionale, nonostante non vengano infettate. Tale legame induce i periciti a rilasciare molecole infiammatorie tipicamente coinvolte nella cosiddetta “tempesta di citochine”, la reazione immunitaria eccessiva che può causare danno d’organo e risultare potenzialmente fatale.

L’articolo completo su scienze.fanpage.it