Come cane e gatto, anche nella ricerca

0
96

La rivalità tra cani e gatti è ormai proverbiale, e si ripercuote anche sui loro umani di riferimento, che scatenano guerre fratricide per decidere quale sia l’animale migliore. Ora il dibattito si è insinuato anche in un ambiente inaspettato, quello dei laboratori di ricerca. Leslie Lyons, specialista della genetica dei gatti e fervente sostenitrice del partito dei felini, in un articolo su Trends in Genetics ha lamentato il fatto che la ricerca genetica è fortemente sbilanciata verso il cane. Lyons, insieme ad alcuni colleghi dell’università del Missouri e della Texas A&M University ha sequenziato il genoma del gatto e ha concluso che questi animali hanno ottime carte da giocare nel duello con i cani: studiando il loro DNA, i ricercatori potrebbero ricavare delle informazioni importanti anche per la cura delle malattie umane, e per questo motivo da anni si impegna in questo settore della ricerca.

L’articolo completo su ilbolive.unipd.it