UniCittà, dalla sicurezza al clima: si rinsalda il legame tra Università e Comune di Trento

0
320
foto: @comune di Trento (dal sito pressroom.unitn.it)

Dalla firma del primo protocollo d’intesa tra Università di Trento e Comune di Trento, nel 2016, è stata fatta molta strada nel segno di una maggiore integrazione e collaborazione tra la comunità cittadina e quella universitaria. Le due istituzioni rinsaldano ogni anno il loro legame attraverso il bilancio delle attività svolte e la definizione del nuovo piano delle attività. Quello del 2022 è stato presentato nei giorni scorsi a Palazzo Geremia dal rettore Flavio Deflorian e dal sindaco Franco Ianeselli.
Tra le azioni il progetto Trento SìCura, che intende promuovere una sicurezza urbana sostenibile, basata sui dati e sulle conoscenze interdisciplinari più avanzate nel campo delle scienze della sicurezza e della criminalità, e il lavoro di ricerca e comunicazione curato dalla Consulta studentesca comunale sulla vita serale e notturna della città. Va avanti il progetto Fast, finalizzato alla riqualificazione urbana degli spazi di accesso al servizio pubblico locale. Continua inoltre Nutrire Trento, il progetto più longevo tra quelli nati all’interno di UniCittà, con azioni per la sostenibilità della produzione e del consumo alimentare.
In continuità con la precedente programmazione si colloca anche il nuovo progetto Database per il territorio, che propone la riorganizzazione metodologica e rielaborazione di dati relativi sia al turismo, sia alla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza.
Al tema sostenibilità e mobilità fanno riferimento specifico diverse nuove azioni, come il progetto Infrastrutture urbane blu e verdi, che mira a identificare e mappare corridoi di valorizzazione del paesaggio urbano alla luce dell’aggiornamento del Piano regolatore. Poi c’è il progetto City Climate Monitoring, che prevede l’installazione sul territorio cittadino di una rete di micro stazioni meteorologiche finalizzata a costruire un database dettagliato sul clima della città e un evento sulla mobilità in calendario per l’autunno, stimolato da un documento redatto dal Consiglio degli studenti.
Altri nuovi progetti sono finalizzati al coinvolgimento diretto di studenti e studentesse, come le proposte di temi per progetti di ricerca di dottorato a supporto della pubblica amministrazione e la nuova challenge centrata sul tema del Piano urbano di mobilità sostenibile che sarà lanciata nell’ambito della rete europea delle università innovative Eciu. In tema di benessere e comunità si segnala in particolare l’avvio della prima fase del progetto sul Bilancio di genere del Comune, orientato a definire possibili strategie per raggiungere un maggior equilibrio in una prospettiva di genere.

Fonte news e foto: Università di Trento