Vaccini, ci vorrà la terza dose. Medici di famiglia pronti

0
164

Un virus studiato in tutto il mondo, seguito passo passo dai clinici nei suoi sviluppi sulla salute umana, sequenziato e aggredito con i vaccini. Ma il SarS-CoV2 resta ancora in buona parte uno sconosciuto.

I dati a disposizione non sono per ora sufficienti neppure per dirci quanto durerà la risposta degli anticorpi, sia in chi ha avuto la malattia nè per chi ha ricevuto la vaccinazione. Gli studi in corso saranno pubblicati tra qualche mese. A pesare sono le varianti, specie quelle più contagiose. Così all’orizzonte si prospetta una terza somministrazione per gli individui che hanno completato il ciclo vaccinale, e una seconda per coloro che hanno fatto solo un’inoculazione perchè già infettati, come ha ipotizzato ieri lo stesso ministro della Salute Roberto Speranza.

L’articolo completo su www.ansa.it