Lo studio fornisce approfondimenti su come gli eventi della prima vita possono influenzare i modelli di cablaggio del cervello

0
23

Un nuovo studio sullo sviluppo del cervello nei topi subito dopo la nascita può fornire informazioni su come gli eventi della vita precoce possono influenzare gli schemi di cablaggio nel cervello che si manifestano come malattie più avanti nella vita, in particolare disturbi come la schizofrenia, l’epilessia e l’autismo.

I ricercatori si sono concentrati su due tipi di cellule cerebrali che sono state collegate a disturbi neurologici dell’adulto: i neuroni in un sistema modulante annidato in profondità nel cervello e altri neuroni nella corteccia, lo strato più esterno del cervello, che contrastano l’eccitazione in altre cellule utilizzando effetti inibitori. Le cellule modulanti inviano cavi a lungo raggio alla corteccia per influenzare a distanza l’attività delle cellule corticali.

L’articolo completo su www.news-medical.net